Agrotecnici 2017-04-09T11:02:19+00:00

Gli Agrotecnici sono obbligati a stipulare una polizza di RC Professionale?

Si, gli Agrotecnici che svolgono attività libero professionale, a far data dal 13 agosto 2013, sono obbligati alla stipula di una polizza di RC Professionale.

In forza di quale prescrizione scatta l’obbligo?

In attuazione della Legge di conversione nr.148/2011 del D.L. 13 Agosto 2011 nr.138, dal 13 agosto 2013 è entrato in vigore l’obbligo della stipula di una polizza di RC Professionale.

In particolare l’art.3, comma 5, lettera e, del D.L. 138/11, sancisce che “a tutela del Cliente il professionista è tenuto a stipulare idonea assicurazione per i rischi derivanti dall’esercizio dell’attività professionale“.

Quindi il professionista è obbligato a stipulare una polizza che debba tenere indenni i terzi per le perdite patrimoniali involontariamente cagionate nell’esercizio della professione, a seguito di violazione dei doveri professionali, errori ed omissioni per colpa e colpa grave (ovviamente resta ecluso il dolo).

Per chi vige tale obbligo?

Per tutti gli iscitti ai vari Ordini Professionali che esercitano l’attività libero professionale. Alcuni pareri interpretano fra le righe della Legge la necessità che il professionista operi “in modo effettivo”. Pertanto secondo questa chiave di lettura chiunque, anche occasionalmente, presti la propria opera professionale in forma autonoma è soggetto all’obbligo. Sono esclusi, quindi, coloro i quali sono: dipendenti di Studi professionali, dipendenti di Enti Pubblici e Pubbliche Amministrazioni in generale (i quali peraltro rispondono di RC Patrimoniale e non di RC Professionale).

Per gli esercenti le professioni sanitarie vi è stato un emendamento del Governo al c.d. “Decreto del Fare”, che ha fatto slittare l’obbligo al 2014.

Gli avvocati, invece, seguono la scia dell’obbligo di stipula della polizza di RC Professionale, ma non in forza della Legge in precedenza citata, bensì della c.d. riforma forense, Legge 247/2102 sui dettami del Ministero della Giustizia (che ad oggi non si è ancora espresso).

Vanno comunicati al Cliente gli estremi della polizza professionale?

Il Decreto Legge 24 gennaio 2012 nr.1, all’art. 9, comma 3, ha sancito inoltre che “Il professionista deve …omissis… dal momento del conferimento alla conclusione dell’incarico …omissis… indicare i dati della polizza assicurativa per i danni provocati nell’esercizio dell’attività professionale, il relativo massimale ed ogni variazione successiva”.

Esistono delle sanzioni a carico di chi non adempie all’obbligo?

Saranno gli Ordini Professionali a stabilire i profili sanzionatori e le modalità di controllo per i propri iscritti inadempienti.

Come si è mosso il Collegio Nazionale degli Agrotecnici e degli Agrotecnici Laureati?

Ha stipulato una convenzione con un noto Broker Grossista con il quale ci fregiamo di poter collaborare, con un prodotto ALL RISK dei LLOYD’S di Londra, al miglior rapporto qualità/prezzo.

Facebook

Get the Facebook Likebox Slider Pro for WordPress