Il caso affrontato dalla sentenza depositata ieri (la 5540/11 della terza sezione civile) riguardava una donna rimasta gravemente ferita per essere stata investita mentre camminava sul ciglio di una strada senza marciapiede. In casi del genere, l’articolo 190 del codice impone ai pedoni di camminare sul margine opposto al senso di marcia dei veicoli più vicini (salvo sulle carreggiate extraurbane a senso unico, sostanzialmente autostrade e superstrade). La donna, invece, stava camminando sul ciglio destro e per questo i giudici le avevano attribuito il 20% di colpa. Decisione confermata ora dalla Cassazione, che ha invece accolto altri motivi di ricorso della donna.

Autore: Sole24Ore.com
10/3/2011