SI . La struttura del testo “ALL RISKS”, tipica delle polizze di stampo anglosassone, è innovativa rispetto alle classiche polizze a rischi nominati, prevede che la copertura sia operativa per qualsiasi attività che l’assicurato possa svolgere ai sensi di legge e che non sia esplicitamente esclusa nel contratto. Con questa formulazione la copertura è molto più ampia e completa rispetto a quella offerta dalle polizze a rischi nominati, consentendo che l’assicurazione operi per tutte le attività di cui la legge ed i regolamenti consentono lo svolgimento. Nel caso delle polizze “A RISCHI NOMINATI”, la polizza elenca tutti i singoli rischi assunti da parte dell’assicuratore. Gli eventi che non sono stati nominati devono quindi intendersi a carico dell’assicurato. E’ chiaro come chi abbia stipulato una polizza a rischi nominati debba fare un’attenta valutazione per verificare se il bene o l’interesse che si vuole tutelare risulti coperto contro tutta una serie di rischi che la polizza stessa deve non solo elencare ma anche regolamentare.

Ove il Cliente desideri confrontarsi con il mercato “tradizionale”, abbiamo rapporti con le primarie Compagnie Assicurative e possiamo offrigli il giusto supporto imparziale per farlo (solo su richiesta), anche su soluzioni NON IN CONVENZIONE ed anche con le c.d. polizze a rischi nominati.